In occasione della festività del Corpus Domini il Museo dell’Opera del Duomo mette in mostra due opere particolarmente significative per l’identità e la memoria storica della città di Orvieto.

Nella Galleria degli affreschi ai Palazzi Papali sarà possibile vedere in originale, eccezionalmente e solo per il mese di giugno, il documento di uno dei “manifesti” orvietani più noti e riprodotti: la Tavola delle Corporazioni, che riunisce i simboli delle Arti cittadine chiamate a offrire ceri nelle solennità della Chiesa orvietana. Questi simboli sono raffigurati nei vessilli che ancora oggi sfilano nel Corteo Storico e che rievocano e riassumono l’antica tradizione medioevale.

Un’altra interessante e inedita novità si trova esposta nella Libreria Albèri: si tratta di due antiche incantevoli bordure floreali ricamate in seta su una delicata reticella. Mai esposti in precedenza, questi ricami sono stati restaurati nel 2009, con un progetto dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, da Natalia Maovaz, esperta appassionata e competente del recupero di questi particolari manufatti.

Un appuntamento da non mancare con i tesori della cattedrale e con la bellezza diffusa del nostro Paese. Per maggiori informazioni su queste opere, Vi invitiamo a visitare il museo MODO aperto tutti i giorni a orario continuato dalle 9.30 alle 19.00.