MUSEO DELL'OPERA DEL DUOMO

 

 

logo_modo2


Uno scrigno che dal diciannovesimo secolo custodisce le memorie della storia religiosa, devozionale ed artistica del Duomo e della città di Orvieto

MUSEO DELL'OPERA DEL DUOMO

 

 

logo_modo2


Uno scrigno che dal diciannovesimo secolo custodisce le memorie della storia religiosa, devozionale ed artistica del Duomo e della città di Orvieto

MUSEO DELL'OPERA DEL DUOMO

 

 

logo_modo2


Uno scrigno che dal diciannovesimo secolo custodisce le memorie della storia religiosa, devozionale ed artistica del Duomo e della città di Orvieto

Il Museo MODO si sviluppa in un percorso che interseca il tessuto urbano della città, dalla Piazza del Duomo e dagli antichi palazzi apostolici fino al più antico nucleo medievale, il millenario quartiere di San Giovenale, e alla storica Chiesa di Sant’Agostino. Un percorso che rilancia la centralità del monumento-simbolo, la Cattedrale, e ne reinterpreta e completa la fruizione articolandola in momenti e luoghi differenziati.

Il Modo restituisce così alla fruizione, attraverso le sue diverse sedi, una serie di opere di grandissimo valore storico-artistico che attraversano un arco di cinque secoli. Esse rispecchiano la vastità e la varietà del patrimonio raccolto e conservato dall’Opera del Duomo, riaffermando il legame originario profondo con la città e con il territorio di questa istituzione e del suo Museo, che nacque alla fine dell’Ottocento proprio con una forte connotazione civica e municipale.

Il Museo dell’Opera del Duomo di OrvietoMODO – ha come fulcro uno dei beni più preziosi del patrimonio artistico dell’umanità: la Cattedrale di Santa Maria Assunta, che conserva al suo interno la Cappella Nova o di San Brizio, luogo di eccezionale valenza e suggestione. Dal fulcro della Cattedrale, la visita attraverso le sedi del MODO si snoda seguendo il filo conduttore della storia della città di Orvieto e del suo Duomo, ripercorsa attraverso le preziose collezioni artistiche che la Fabbriceria conserva da più di otto secoli. Il percorso interseca il tessuto urbano della città, dalla Piazza del Duomo fino al millenario quartiere di San Giovenale e alla storica Chiesa di Sant’Agostino

SCOPRI IL FASCINO DEL MUSEO MODO

News & Eventi

DUOMO E MUSEO DELL'OPERA DEL DUOMO

Il Duomo di Orvieto, una delle massime realizzazioni artistiche del tardo Medioevo italiano, costituisce un unicum che sfugge ad ogni semplicistica classificazione di stile, in cui il sentimento animatore delle grandi cattedrali del due-trecento, le soluzioni architettoniche degli ordini mendicanti ed i motivi figurativi del gotico francese trovano una perfetta armonia di volumi e di linee nell’originale superamento della tradizione basilicale romana. “Blocco compatto e allungato” che si erge a caratterizzare lo spazio avvolgente della piazza, la cattedrale, intitolata alla Vergine Assunta, è stata edificata nel corso di più secoli, dal XIII al XVII. Vari sono i motivi della sua costruzione: politici, urbanistici, sociali, artistici e non solo religiosi, come vorrebbe la tradizione, che lega il Duomo al miracolo dell’Eucarestia avvenuto a Bolsena nel 1263.