Il Duomo di Orvieto, uno dei monumenti più affascinanti del tardo Medioevo, noto in tutto il mondo per la magnificenza dello stile gotico che ne caratterizza l’architettura, torna a vivere nel suo pieno splendore grazie a un intervento di ripristino condotto dai tecnici specializzati di EdiliziAcrobatica.

“Abbiamo deciso di intervenire sul Duomo perché erano presenti delle infiltrazioni sulle navate laterali – ha commentato Andrea Taddei, presidente dell’Opera del Duomo di Orvieto – che in alcuni casi arrivavano anche a metà delle pareti. Sentiti quindi alcuni esperti della commissione tecnica che monitora costantemente lo stato della struttura abbiamo deciso di intervenire immediatamente per fermare sul nascere una situazione che poteva diventare davvero critica”.

Grazie alla tecnica utilizzata ormai da quasi 30 anni da EdiliziAcrobatica, è stato possibile intervenire in tempi rapidi e senza creare disagi ai visitatori che hanno potuto continuare a visitare la cattedrale grazie all’assenza dell’inconveniente estetico dei ponteggi.  Gli operai acrobatici, infatti, utilizzano il metodo della doppia fune di sicurezza che consente loro di muoversi in piena libertà e velocità anche ad altezze molto elevate.

“Non è il primo intervento che facciamo su uno dei monumenti più belli d’Italia – ha spiegato al termine dei lavori sul Duomo, Riccardo Iovino, CEO & Founder di EdiliziAcrobatica S.p.A. -. In precedenza, abbiamo lavorato al Duomo di Siena, su Ponte Vecchio a Firenze, ai Fori Imperiali e sulle Mura Vaticane e siamo davvero fieri e orgogliosi di contribuire con il nostro lavoro a restituire bellezza e sicurezza al patrimonio artistico del nostro meraviglioso Paese”.